Rassegna stampa Diapason

 

 

“Dieci brani composti dal chitarrista Maurizio Verna, uno da Massimo Baldioli e uno dal batterista torinese Enrico Matta… e il ritmo ci piace … sono proprio l’ordine, la precisione esecutiva e l’evidente comunità di intenti fra i musicisti ad assicurare una notevole intensità e carica energetica, nelle parti scritte come in quelle improvvisate.” 

 Mario Simeoni “DIAPASON: Cose leggere … vaganti” -  26/09/1993

 

 

“… oltre cinquanta minuti di musica composita, ricca di idee e spunti, raffinata e originale; un CD che allinea quattro protagonisti di ottimo livello … che si distinguono per una padronanza stilistica ai rispettivi strumenti di tutto rispetto, unita ad un gusto timbrico suggestivo e coinvolgente … Diapason con questo disco ha fatto centro realizzando, per compiutezza di svolgimento, per la perizia dei singoli strumentisti e del collettivo, un progetto meditato e voluto.” 

 Sergio Giolito “Il jazz raffinato dei DIAPASON”  - 11/11/1993

 

 

 “… Cose leggere vaganti si pone all’interno dello sconfinato panorama del jazz, dove improvvisazione e suggestioni provenienti da diversi ambiti musicali si fondono in un cocktail elegante che rende efficace la ricerca di una personale identità musicale e mette in risalto la buona tecnica strumentale dei singoli. Un lavoro ricercato e originale che dimostra la passione che muove questo quartetto verso stimolanti sonorità …”

 Effe “ Rubriche – Bands” 2/12/1993